Regioni europee a confronto

Paradossalmente una crescente disponibilità di dati non sempre si traduce in una maggior capacità esplicativa dei fenomeni. Anzi, spesso ha dato luogo a disorientamento. Per tale motivo Unioncamere Emilia-Romagna, in collaborazione con le Unioni regionali di Lombardia e Veneto, sta componendo, attraverso l’integrazione di archivi amministrativi provenienti da più fonti, un sistema informativo che permetta di estrarre da milioni di informazioni elementari relative alle singole imprese poche informazioni economiche realmente utili. I dati aggregati spaziano da i bilanci delle imprese che, nel mondo, sono soggette all’obbligo di deposito, ai flussi import-export globali di oltre 5 mila prodotti, ai dati del commercio estero delle province italiane, fino ai dati su marchi e brevetti depositati ed alle partecipazioni delle imprese. Un patrimonio informativo che, pur non includendo la totalità delle imprese, apre nuovi scenari per quanto riguarda la ricerca economica.

L’approfondimento, risultato di una prima esplorazione dei dati, riguarda l’industria manifatturiera e nello specifico il posizionamento di Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto rispetto alle altre regioni dell’Unione Europea a forte vocazione manifatturiera. Ne risulta un confronto, nazionale ed internazionale, in termini di tutti i parametri strategici rilevanti per le imprese quali innovazione, competitività, apertura verso l’estero, attrazione di investimenti esteri, produttività, tassazione e costo del lavoro. Da questo confronto possono emergere interessanti indicazioni per policy maker ed operatori.

SCARICA IL CAPITOLO
DOWNLOAD